Who I am

p1040223

“CHI SONO E CHI VOGLIO ESSERE”

Mi chiamo Stefania Bertelle, ho 22 anni, sono nata e vivo a Genova. Ho vissuto la mia infanzia in un piccolo quartiere dove ho frequentato compagnie di tutti i generi. Ho frequentato un istituto professionale, studiando per i primi due anni ragioneria, dopodichè continuando a formarmi nel campo turistico, fino a diplomarmi come “Tecnico dei servizi turistici”. Nei primi anni delle superiori ho conosciuto Andrea mio attuale ragazzo da 6 anni e mezzo. Convivo con lui da 3 anni al pian terreno di una casa in un minuscolo monolocale, ma pieno di tanto amore e voglia di vivere. Ci manteniamo con quei pochi lavoretti precari che troviamo ogni tanto. Ho preso la decisione di andarmene via di casa all’età di 19 anni per molti motivi. Primo di tutti volevo stare con Andrea, perché non mi bastavano più quelle tre volte a settimana che ci vedevamo. Poi altri motivi sono stati che non vedevo l’ora di essere indipendente, di non dover tener conto a nessuno, aver le mie regole, vivere la mia vita come meglio credevo. Da quando mi sono diplomata ho lavorato in continuazione cambiando spesso posti di lavoro perché terminavano sempre i contratti. La professione che ho portato avanti con gli anni è quella di segretaria. Figura la quale pensavo mi rappresentasse in tutto e per tutto. Ma quando iniziai ad andare a lavorare con l’angoscia di fare cose che comunque non mi soddisfacevano, presi atto che forse non era il lavoro che in realtà sognavo di fare. Mi accorgevo ogni giorno che passava che quando mi alzavo al mattino per andare a lavorare sentivo che quando tornavo a casa stanca, quella stanchezza era una stanchezza angosciante, che pensare che il giorno dopo dovevo ripetere la stessa giornata, mi deprimeva. Non era quella stanchezza che tanto vorrei sentire, quella soddisfacente, appagante, una stanchezza piena di sentimenti.
Da quando sono piccola ho sempre avuto un debole per l’abbigliamento e tutto ciò che ci gira intorno. Mia mamma mi comprava ogni tanto qualche abito, ma per me non erano mai abbastanza, io volevo piu vestiti. Ma era impossibile convincerla, sia per il fatto che secondo lei erano inutili e sia perchè economicamente non potevamo permetterci di spendere tutti quei soldi che io avrei voluto. Cosi appena ebbi la mia paghetta settimanale inizia subito a raccimolare i soldini e a spenderli appena ne avevo occasione in qualche abito o accessorio, e mia mamma mi rimproverava che spendevo soldi solo in quello. Questo mio debole per i vestiti continua ad esserci, come continua ad esserci difficoltà economica. Ma chi l’ha detto che per comprarsi spesso vestiti bisogna per forza spenderci tanto? Io ad esempio riesco a cogliere i saldi e compro spesso in negozi dell’usato, dove se sai davvero apprezzare l’abito e se davvero hai talento ad abbinare le cose, trovi a volte delle occasioni irripetibili, senza andarci a spendere centinaia di euro.
Ho il difetto che non riesco ad uscire di casa senza essermi specchiata almeno una quindicina di volte. La mia immagine deve sempre rispecchiare cio che voglio mostrare. Se non sono convinta prima di uscire, mi cambio un sacco volte, finché non sono decisa. Se esco di casa disordinata non mi sento a mio agio, non mi sento sicura di me.    Quando ho capito che l’aspetto, l’immagine di una persona, i vestiti, le scarpe e gli accessori che indosso hanno completamente invaso la mia testa giorno e notte, ho capito che dovevo intraprendere qualcosa che mi rendesse felice e soddisfatta e niente di più al mondo mi fa battere il cuore come un abito.

Quindi ho deciso di fare questo passo verso la moda. Che sia un passo che dura un mese o una passo che dura anni e anni di studio. Voglio riuscire a combinare qualcosa a sto mondo. Perchè non posso morire senza essere stata soddisfatta della mia vita.
Quindi perché ho deciso di aprire questo blog proprio oggi? Perchè ho avuto quest’idea?
Perchè oggi è stato il giorno in cui mi sono decisa dopo anni di provare ad iscrivermi ad un accademia. Cosa molto difficile per me siccome sono negata nello studio. Quindi ho pensato di iniziare questo blog proprio il giorno in cui ho deciso di intraprendere questa vita. Una vita dedicata alla moda, giusto o sbagliato che sia, il mio pensiero di moda. Voglio crescere con voi e raccontarvi le mie esperienze, darvi consigli e seguire i vostri, ma sopratutto essere motivata dalle persone che crederanno in me, se ce ne saranno. perchè niente di più al mondo ti aiuta a raggiungere gli obiettivi se non le persone che credono in te, nei tuoi ideali e ti sostengono. E siccome ne ho poche che credono in quello che faccio, ho bisogno di voi.

Tutto ciò che riguarda l’aspetto di una persona, io al solo pensiero, tremo dalla felicità. Il mio occhio critico cade su tutto, dalla capigliatura, al make up, alla manicure e sui vestiti accessori e scarpe… Una donna non può essere completa se non ha tutte queste cose come vuole lei.
Ho deciso di scrivere questo blog per esprimere la mia creatività. Per essere finalmente appagata di quello che mi piace fare. Sento di avere tante cose da comunicare, ma non ho trovato ancora il modo per farlo. Non ancora quello giusto. E spero che questo blog mi aiuti.
Voglio raccontarvi le mie esperienze e le mie avventure verso il traguardo di fare qualcosa che mi faccia sentire realizzata.